Come fare per..


Ricorso contro le sanzioni amministrative
A chi rivolgersi

Ufficio Iscrizioni a ruolo

Ubicazione: Via de Larderel, 88
Piano: 3
Stanza: 327
Personale Amministrativo:

I dati sono visualizzati nel seguente ordine: incarico, qualifica comprensiva della fascia economica, nominativo

  • Sig.ra Stefania Cucciolini (Operatore Giudiziario F2)
    Incarico: Addetto
    Stanza: 327
Cos'è

E’ l’atto per opporsi a una sanzione amministrativa, ordinanza di ingiunzione e cartelle di pagamento di importo inferiore a € 20.000 ad eccezione dei casi previsti dall’art.6, commi 4 e 5 Decr. Legl. 150/2011 (temi di lavoro, previdenza, ambiente, igiene, valutaria e antiriciclaggio) per il quale è competente il Tribunale Ordinario.

Il ricorso deve essere depositato entro e non oltre:

• 30 giorni dalla contestazione o notificazione se si tratta di verbale di accertamento per violazione di norme del Codice della Strada;
• 30 giorni dalla notificazione dell’ordinanza se si tratta di ingiunzione del Prefetto o del Sindaco;
• 30 giorni dalla notificazione se si tratta di cartella di pagamento.

CHI PUO' CHIEDERLO

Può essere presentata dall’interessato: trasgressore o obbligato in solido.

Come si richiede e documenti

E’ possibile compilare la domanda online di preiscrizione, attraverso il sito del Ministero della Giustizia all’indirizzo www.gdp.giustizia.it , sotto la voce “Opposizione a sanzione amministrativa”.

Attenzione, questa procedura non sostituisce l'iscrizione al ruolo dell'ufficio che deve essere fatta nei termini di legge con deposito in cancelleria.

Dopo aver effettuato la preiscrizione è necessario presentarsi in cancelleria per il deposito del ricorso con:
• stampa del protocollo WEB generato attraverso la pre-iscrizione online
• n.2 fotocopie del ricorso
• l’originale della multa, l’originale della cartella esattoriale e 3 copie della cartella esattoriale • eventuale documentazione a sostegno della propria domanda
• Contributo Unificato e marche da bollo (vd. tabella secondo l’importo della multa).

In alternativa, per avanzare il ricorso occorre presentare in cancelleria:
• domanda compilata (detta "ricorso contro sanzione amministrativa") attraverso lo specifico modulo 1)
• n.2 fotocopie del ricorso
• l’originale della multa, l’originale della cartella esattoriale e 3 copie della cartella esattoriale
• eventuale documentazione a sostegno della propria domanda
• Contributo Unificato e marche da bollo

Il ricorso, completo di Contributo Unificato, marche da bollo e di documentazione come descritto sopra, può essere anche inviato mezzo posta tramite raccomandata con ricevuta di ritorno all’indirizzo: Ufficio Giudice di Pace di Livorno via De Larderel 88, Livorno.
Il Giudice, esaminato il ricorso, fissa con decreto la data dell’udienza per la comparizione delle parti. All’udienza il ricorrente dovrà presentarsi ed avrà un contraddittorio con un funzionario delegato del Comune o della Prefettura. Alla fine il Giudice deciderà con sentenza.
Attenzione: E’ necessario presenziare l’udienza, se il cittadino non si presenterà senza addurre anticipatamente un legittimo impedimento, il giudice non farà altro che convalidare il verbale dell’organo accertatore.

Dove si richiede

La pre-iscrizione deve essere effettuata online attraverso il sito www.gdp.giustizia.it , sotto la voce “Opposizione a Sanzione Amministrativa”.
Il successivo deposito del ricorso va effettuato presso:
Cancelleria Civile iscrizione Piano Terzo, stanza 327, tel. 0586 252270

Orari di apertura al pubblico:
dal lunedì al sabato compreso dalle 8.30 alle 13.30.

Contributi e diritti

E’ necessario apporre sul ricorso le seguenti marche acquistabili in tabaccheria:

• una marca da bollo da € 27 per diritti forfetizzati di cancelleria per i procedimenti di valore superiore a € 1.033

• il contributo unificato, variabile a seconda dell’importo indicato nel verbale/ordinanza vd tabella allegata mod. 9